venerdì 27 dicembre 2013

SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE: Viaggio nella nostra legge fondamentale, tra valori condivisi e speranze deluse

Tutti i cittadini italiani sanno che la Costituzione rappresenta una garanzia per i diritti individuali e collettivi.
Alcuni sono in grado di snocciolare le caratteristiche tecniche della Costituzione: scritta, per far si che non ci siano controversie; rigida, dato che le leggi non devono contraddirla e per modificarla l'iter è lungo e complesso; lunga, infatti non si limita a delle disposizioni generali, ma affronta molte diverse questione del vivere civile; votata, poiché fu sottoposta a votazione dall'Assemblea costituente a sua volta eletta dal popolo; compromissoria, perché parteciparono alla sua stesura forze politiche anche in netto contrasto tra loro; democratica, perché in ogni sua parte rende manifesta la sovranità del popolo; programmatica, perché fin da subito essa valse come modello sul quale le forze parlamentari avrebbero dovuto creare le leggi.
In pochi, temo, conoscono effettivamente gli articoli da cui è composta, e questa ignoranza compromette il ruolo di tutela e garanzia che essa rappresenta per il popolo.

La rubrica "Sana e robusta Costituzione" sarà un viaggio all'interno della nostra legge fondamentale, alla scoperta dei valori condivisi che sussistono in essa e grazie ai quali l'Italia poté trasformarsi in democrazia dopo venti anni di dittatura fascista.
Inoltre, però, affronteremo anche lo scomodo aspetto delle speranze deluse; aspettative democratiche andante infrante, talvolta per l'eccessiva prudenza che ebbero i padri costituenti, ma soprattutto per l'inadeguatezza e la complicità dei nostri rappresentanti politici, dal dopoguerra fino ad oggi.

Non sarà dunque un cammino in discesa, ma affronteremo tutte le questioni legate agli articoli più importanti della Costituzione, cercando di essere il più completi possibile.
Ogni post si soffermerà sui singoli articoli attraverso quattro passaggi:

1) L'articolo sarà trascritto nella sua interezza;
2) Le parole più importanti saranno analizzate e verrà motivata la loro presenza all'interno dell'articolo;
3) Valuteremo quanti punti di ogni singolo articolo sono stati ignorati o disattesi da governi e parlamenti;
4) Cercheremo di fornire dei collegamenti extra-testuali, suggerendo libri, film, canzoni, quadri ed altre forme d'arte che hanno come tema quello dell'articolo.

Seguitici in questo cammino salutare, dunque, perché solo allenandoci alla democrazia ed al dialogo e soltanto facendo sentire la nostra voce quando vengono ignorati i nostri diritti, potremo mantenere il nostro stato in "sana e robusta Costituzione".

Nessun commento:

Posta un commento