venerdì 6 marzo 2015

VERSO LA MATURITÀ 2015: ANNIVERSARI SCIENTIFICI, STORICI, LETTERARI, MASSMEDIALI

Come ogni anno cerchiamo di proporre alcune tematiche che potrebbero riguardare la prima prova della Maturità 2015, oppure essere usate come spunto per una tesina. Abbiamo raccolto anniversari storici, letterari, scientifici e legati ai new media, così da abbracciare tutte le possibili proposte dell'esame di stato. Ricordiamo che la prima prova è composta da una analisi del testo, quattro saggi brevi, un tema storico ed uno di attualità. 

70 ANNI DAL BOMBARDAMENTO SU HIROSHIMA E NAGASAKI
Per alcuni considerato un male necessario per fermare la guerra, per altri, invece, il primo atto di terrorismo. La prima bomba atomica ha segnato il secondo conflitto mondiale, aprendo la strada per la guerra fredda e la corsa agli armamenti. Nel Giappone l’evento è ancora ricordato con orrore e spavento, negli Usa i sensi di colpa non sono mai stati evidenti più di tanto.
Questo accadimento, più che la guerra stessa, potrebbe essere ricordato nella prima prova, sia per proporre una discussione sulle armi atomiche, sia per interpellare il candidato sui rischi di un progresso scientifico dirottato soprattutto verso la distruzione.


ASSASSINIO DI ABRAMO LINCOLN
Il 15 aprile 1865 veniva assassinato il presidente americano Lincoln mentre assisteva ad una rappresentazione teatrale. Di per sé l’evento è legato maggiormente alla storia americana, non a quella italiana o europea, tuttavia la sua figura indubbiamente è rimasta nella storia per la liberazione degli schiavi, passo importantissimo costato anche una guerra civile (sebbene le cause del conflitto siano più complesse).
Visti i numerosi film dedicati dal cinema americano alla tematica e visto che il razzismo è un tema mai come oggi così attuale, non è esclusa la presenza di questo anniversario nella prima prova della maturità.





KAFKA PUBBLICA LA METAMORFOSI
Il notissimo racconto dell’autore boemo venne pubblicato nel 1915 a Lipsia.
La storia narra del giovane Gregor, risvegliatosi improvvisamente trasformato in un insetto senza che vi sia alcun motivo. Nel corso del racconto non verrà avanzata nessuna ipotesi, né scientifica, né fantasiosa. Dopo diverse resistenze da parte del protagonista, alla fine i familiari riescono ad entrare nella sua stanza, rendendosi conto della mutazione. Pian piano, superando diverse difficoltà, impara a sentirsi a proprio agio nelle sue nuove sembianze, fin quando non viene ferito dal padre, spaventato dalla sua vista. Col passare del tempo la famiglia medita sulla possibilità di sbarazzarsi di lui, quindi Gregor, sentiti tali discorsi, si lascia morire. Nel finale i genitori e la sorella sembrano in effetti felici e sollevati per la sua dipartita. Il racconto è una metafora di diverse tematiche: simboleggia i difficili rapporti con la famiglia e, più in generale, con una società fredda e ipocrita; ma l’inattesa metamorfosi e la sua origine ignota rimandano anche a qualcosa di non conoscibile, al caso e al male che possono improvvisamente attanagliare l’uomo.


EINSTEIN PUBBLICA LA TEORIA DELLA RELATIVITÀ’ GENERALE [1915]
L’inserimento del Tempo nel novero delle dimensione da considerare durante la misurazione di un qualsiasi evento non ha avuto solo il merito di rivoluzionare il mondo scientifico (in campo geometrico, astronomico, meccanico, ecc.), ma ha avuto anche un influenza sul pensiero filosofico e sulla letteratura del Novecento. La psicanalisi ha fatto proprio il concetto di “osservatore” per spiegare come le cose cambino a secondo di chi le percepisca; la scientificità del relativismo, già teorizzato nel mondo classico, ma anche da pensatori come Bruno, ha fatto sì che la letteratura dovesse confrontarsi con la perdita di certezze assolute, e ciò è evidente nelle opere di Svevo, Pirandello, Joyce, Beckett e tanti altri.



L’ITALIA ENTRA NEL PRIMO CONFLITTO MONDIALE
Nel 1915 l’Italia entrò in guerra dopo percorso politico abbastanza complesso. Allo scoppio del conflitto l’Italia aveva dichiarato la propria neutralità, rispettando il trattato che la legava ad Austria e Germania. Si formarono subito due schieramenti, i neutralisti (la maggioranza dei socialisti, i cattolici, i giolittiani) e gli interventisti (socialisti rivoluzionari, nazionalisti, liberali conservatori).
Nell’aprile del 1915 l’Italia sottoscrisse il Patto di Londra con l’Intesa, accettando di cambiare schieramento per ottenere Triste ,Trento, Istria, Dalmazia e altri paesi di confine. Le manifestazioni di piazza aumentarono sempre di più nel corso del maggio successivo, così che gli interventisti videro crescere sempre le proprie fila, anche grazie all’azione di personalità di spicco, come D’Annunzio e Marinetti. Con la concessione dei poteri speciali al governo Salandra ormai la strada per la guerra era spianata: il 24 maggio 1915 il regno entrò nel conflitto ufficialmente dichiarando guerra all’Austria.


LA SVOLTA DELLA GUERRA
Nel 1915 avvenne anche un evento fondamentale per l’esito della Prima guerra mondiale. Nel primo anno del conflitto Intese ed Asse si erano combattuti nelle trincee senza alcun successo, dunque a tutti era parso subito evidente come le forze in campo fossero sostanzialmente equivalenti. Solo un nuovo ingresso avrebbe spostato la bilancia dello scontro e così fu; la Germania aveva dato il via alla guerra sottomarina indiscriminata, e nel maggio del 1915 il transatlantico Lusitania venne affondato. Le numerose vittime smossero le coscienze degli americani, prima restii ad entrare in guerra. La discesa in campo degli Usa (oltre al successivo ritiro della Russia) sarà decisiva per le sorti del conflitto.

NASCITA DI YOUTUBE
Nel 2005 nacque una delle piattaforme web più rivoluzionarie della storia di internet. Attraverso di essa gli utenti non solo possono essere fruitori di infiniti contenuti audio e video, ma soprattutto diventare loro stessi protagonista della rete. Attraverso youtube è cambiato il modo di comunicare, è nata una nuova possibilità per chi intende mettersi in mostra, è saltata definitivamente la barriera tra spettatori e creatori di programmi. Una traccia di attualità potrebbe analizzare la questione, stimolando il candidato ad esaminare gli aspetti positivi e negativi di questa “rivoluzione”.



Nessun commento:

Posta un commento