martedì 10 novembre 2015

Il fantastico in Italia - Parla Penelope Delle Colonne

Penelope Delle Colonne
" Il classicismo e il suo figliastro maledetto, il realismo, hanno sempre mozzato le ali all'Italia romantica. All'Italia dei misteri, degli incubi a ciel sereno, dei sogni nel cassetto, dei cimiteri abbandonati, delle leggende, del mostruoso, del non detto, del fascino della notte e del lunare.
L'esigenza del vero a tutti i costi, del vissuto reale, della strage dei libri di storia, del dilettare solo per docere, ha portato l'Italia al panorama cinematografico e letterario di questi tempi: padri e figlie, mogli divorziate in crisi, preti buoni, casi di omicidio di paese, maschi cntro femmine, femmine contro maschi, cinepanettoni dal colon irritabile.
Ogni slancio fantastico è bollato come stupidaggine per ragazzini, nel migliore dei casi imitazione delle americanate, qualcosa che in Italia non sappiamo fare e non faremo mai bene. Noi siamo destinati al commissario di provincia, alla cosca mafiosa, al poliziotto buono e il criminale cattivo. Ma, del resto, perché continure a scrivere quando c'è Don Matteo in Tv?"

Penelope Delle Colonne.

3 commenti: